Ad ogni brivido vedere come tremerà la scena…

Una sera di un paio di settimane fa lo incontro proprio sotto casa mia, per strada durante i preparativi della festa del quartiere intento a controllare le ultime cose prima del concerto della sera, appoggiato allo stipite della porta del negozio. Mi avvicino e gli chiedo se è lui. Mi risponde sì e sorride timido, abbassa gli occhi e mi rivolge a sua volta una domanda. Gli dico di essere una sua ammiratrice e gli faccio i complimenti per le sue canzoni. Colgo un filo di incredulità come se la mia età anagrafica stridesse con l’amore per un certo stile, per la musica cantautorale.

Giudicate voi… E non perchè lui, Max Manfredi, abbia cantato con De Andrè, non perchè questa canzone sia considerata da alcuni uno dei più bei testi della musica italiana… Ascoltate soltanto e commuovetevi, concedetevi di assaporare la perfezione delle parole con la musica, sorprendendovi per qualche minuto.
Quella sera sono tornata naturalmente a sentirlo, ha cantato tra le altre sempre lei, questa canzone, ha sorriso mentre lo faceva, mi illudo che abbia sorriso anche a me… Per un attimo il quartiere in cui vivo è stato quel regno delle fate…

 

Se vuoi acquistare il CD contenente la canzone:

clicca su

 

3 Comments

  1. anche Vita è una fata…una fatina di ferro..che vive nei boschi…gioca con scarafaggi e vermi…rotolando nella melma diffondendo germi!
    non ha vestiti…solo la sua pelle bluastra e striscia in giro sogghignando!
    Capelli arruffati …un cespuglio di problemi,
    e quindi fate attenzione!
    ah ah ah …

  2. “the iron fairies” (“le fate di ferro”) by A.Sutton

    VITA
    Vita is my naughty little name,
    wicked and wild and impossible to name!
    Playing with bugs and digging up worms,
    rolling in dirt and spreading my germs,
    no clothes for me, my nudie blue skin,
    crawling around with a cheeky little grin!
    Look at my eyes and my messy long hair, i’m a bundle of trouble, so beware!
    ah ah ah…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *