Mal d’Africa

Il mal d’Africa oggi si sente più forte che mai: la vastità e lo splendore del continente è per così dire imbarazzante al cospetto delle informazioni che ci arrivano, delle motivazioni che la portano alla ribalta, a noi così lontani ed impreparati. Certe nazioni o…

Il valzer degli addii

Forse per via di una qualche particolare congiunzione astrale o chissà che altro, questa metà di aprile porta in dote più addii che primaverili fioriture. Lo stesso giorno ci hanno lasciati due grandi della letteratura, Eduardo Galeano e Günter Grass: quanto…

Tempo di inediti

    DI PROFILO   Che tornerai non lo sento né in te né in me lo sento e lo so nei ripostigli nella gamba del tavolo zoppo che aspetta la sua fine lo sento nella primavera sfacciata proprio mentre…