Mal d’Africa

Il mal d’Africa oggi si sente più forte che mai: la vastità e lo splendore del continente è per così dire imbarazzante al cospetto delle informazioni che ci arrivano, delle motivazioni che la portano alla ribalta, a noi così lontani ed impreparati. Certe nazioni o…

Carta canta

Minacciose nubi sui nostri ricordi. E’ di un paio di settimane fa la notizia dell’Huffington Post del vicepresidente di Google, Vinton Cerf, che ci racconta del rischio che corriamo, tutti noi, uomini e donne dell’era digitale, di vedere persi i nostri…

A passo svelto

Le nostre città sono costellate di meraviglie. E non intendo quelle monumentali, architettoniche, artistiche, perfino urbanistiche. Certo loro stanno in cima alla classifica, come negarlo, e danno, oltre a tutto il resto, un senso alle nostre camminate rapide con il naso…

Tempismo e appuntamenti mancati

Quando si dice tempismo. Ho trovato un video di appena un paio di settimane fa che cade a pennello sulle riflessioni del mio ultimo post, che sono anche quelle più o meno manifeste di tanti altri tra i precedenti. Mi…

In memoria di sè

La poesia è una cosa molto seria. Come il divertimento e il gioco. L’irriverenza è una cosa seria, l’ironia e essere capaci di sfacciati atti di ribellione in una quotidianeità a volte grigia e pesante come il piombo sono cose…