Di silenzi e parole

Come non farlo. Chiunque dovrebbe farlo. Con la penna, la matita, il pennello, la bacchetta del maestro d’orchestra, l’archetto del violino, aggrappato al proprio strumento, al proprio vessillo di libertà. Come non dirlo, avendo uno spazietto privilegiato quale un blog….

Un capolavoro di nobel

“…E poi appartengo ad una generazione in cui non si lasciavano parlare i bambini, salvo in certe occasioni piuttosto rare e solo se chiedevano il permesso. Ma non li si ascoltava e molto spesso gli si toglieva la parola. Questo…

Quel caro ermo colle

Uno dei piccoli grandi doni della rete. Un amico più virtuale che reale, nel senso che ad oggi non ci siamo ancora incontrati ma ci sosteniamo con lo spirito, ci leggiamo, ci apprezziamo direi. Attraverso il mio post lo ringrazio…

Sentinelle addormentate

Non si può dire che qui si grondi di poesia in senso stretto, eppure da un po’ mi ronza dentro questa storia; anzi questo racconto breve ultranoto agli appassionati. Ed evidentemente non agli altri, a quelli che senza saperlo si…

Umane geografie

Franco Arminio. Segnatelo, un nome da ricordare. Ultimamente ricorre più volte all’interno del mio curiosare un po’ ovunque. Poeta, scrittore, regista, blogger, collabora con importanti testate giornalistiche, artista dallo spiccato e attivo senso civico, mette la sua versatilità al servizio…