Baci da Torino

Una dedica a tutti voi che, come me, questa estate siete rimasti in città e dintorni. E vi siete regalati angoli sconosciuti nell’ordinario, silenzio e ascolto, piccole grandi epifanie. Al ritorno uno zaino di ricordi non meno importanti di quelli raccolti in un lungo viaggio.

Che domani saranno di nuovo lì, impercettibilmente mutati. Ma più forti che mai se lasciati respirare tra i versi di una poesia. Chi indovina l’autore di questa?

Buone vacanze.

20140814_185418

AMORE…. TORINO…..

Girare a vuoto
rendendo difficile
la tua semplicità
giocarti a perdifiato
per poter riprendere il respiro talvolta
mi sono liberata di tanta bellezza

trovando bellezza

scoprirmi distratta
perdere oggetti sulla tua superficie
senza preoccuparmi
di altro
che quei passi a ritroso
per ritrovare tutto
e ricongiungerti tutta a me

quanta storia ho ripetuto
camminandoti sul cuore?
E tu altra metà di questo amore
ricordi solo di avermi raccolta
prima della mia risata isterica
quando ti ho mentito dicendoti
di stare vagando l’Europa
di stare cercando una nicchia
non importa dove…

Come si dice
“non sto cercando l’amore”
in quella frazione di istante
prima del troppo tardi
il tuo dito a serrarmi le labbra
in una respirazione bocca a bocca
e già la mia pelle si frastagliava
si dilatava a dismisura
per uno spazio ad ogni tua molecola.

 

Per acquistare il mio libro di poesie su Amazon:

clicca su

dI VERSI AMORI

 

 

 

 

 

o sui siti

www.neosedizioni.it

www.webster.it

www.ibs.it

www.unilibro.it

6 Comments

  1. A.

    Quando camminando per pagine e pagine, non trovi altro che carta, carta e ancora carta; quando le gocce sudate di mattoni antichi non sostengono più alcun muro ma pareti di foglie che si sgretolano al vento; quando apri nudo le finestre di una stanza fredda, povera di ogni colore ed urli un canto strozzato….ecco lì non hai più poesia. Tu invece la poesia ce l’hai, Vale. La tua poesia mi piace molto.

    • Davvero interessante il tuo pensiero, mi ha fatto riflettere. Bella la metafora e la finezza che metti nell’esplorare il poetico. Soprattutto un monito a non dimenticarmi che l’emozione non è solo di chi scrive ma anche, talvolta di più, di chi legge. Grazie.

  2. roberta

    sono in una città…imperdibile….e ancora mi manca torino come anni fa…quando trovai una casa oltre oceano e che altrettanto mi manca!
    indovina questa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *